venerdì 29 agosto 2014

La bisnonna "Uffa"

NONCELAPOSSOFARE

Questa storia non è per bambini, non è porno, è semplicemente un episodio demenziale di casa mia.
Mia madre ha 97 anni portati bene. Vabbè!!! .... E' su una seggiola a rotelle, è un po' confusa ma ama ancora andare dal parrucchiere, mettersi il rossetto, le collane e i braccialetti, le sciarpine (guai uscire di casa senza una sciarpa di seta abbinata al look) e prendere il caffè al bar.
La chiamiamo bisnonna "Uffa", parola che ripete non spesso ma spessissimissimo, in seconda posizione c'è "Andiamo", devo ancora capire dove, perché se siamo in casa penso fuori, se siamo fuori penso in casa .... ora che ci penso forse vuole andare a ballare .... domani glielo chiedo, in terza posizione "Ai!" e questa data l'età ci sta.
La bisnonna "Uffa" si ricorda molto bene della sua vita giovanile a casa con i sui genitori e i suoi fratelli, così a volte mi chiama "mamma" altre "Veronica", era sua sorella, a volte ci azzecca e mi chiama con il mio nome. Se azzecca il nome vuol dire che è una bona giornata e possiamo uscire, però il nome di suo marito, mio padre, è uscito dalla sua memoria.
Una domenica mattina mentre la alzavo e l'aiutavo a vestirsi mi chiede
"Dov'è Enrico?"
"Mamma!!! Bravaaa ..... ti sei ricordata di papà!"
"Di chi?"
"Ma sì, di tuo marito."
"Dov'è?" ...... attimo di silenzio .... mò che che le dico?.... La guardo con dolcezza e cerco le parole giuste, ma è difficile.
"Mamma il papà non c'è più."
"Dove è andato?" le accarezzo il viso.
"Purtroppo il papà è morto."
"Morto?!!" sbigottita chiede "ma io c'ero?"
"No, però all'ospedale c'ero io." Scruto i suoi occhi in cerca di un segnale..... la porta di casa si apre ed entra mio marito con il giornale e il sacchetto delle brioches fresche per colazione, pensiero davvero carino, la bisnonna "Uffa" si gira, lo guarda ed esclama
"Ma non è mica morto, è lì!!!"
Non vi dico che cosa si è toccato immediatamente lui. 


4 commenti:

  1. .... tenerissimo triste racconto....
    Kly

    RispondiElimina
  2. Anche la mia nonna era così... solo che si era anche incattivita.
    Sei molto forte e soprattutto molto dolce, credo che il Signore sia molto contento di avere una figlia come te ♥

    RispondiElimina
  3. Gli anziani spesso diventano egoisti, ma purtroppo è legato alla loro scarsa ossigenazione a livello celebrale. che distorce la realtà dando a loro visioni errate. Non sono sempre così paziente, ma so che bisogna rispettare il più debole e per esperienza professionale anche su Handicap cerco di mettere in pratica alcune strategie, per mantenerla attiva.

    RispondiElimina