mercoledì 20 agosto 2014

Vicini turbolenti

Tutti gli anni dei deliziosi animaletti grigi col pelo morbidoso, simili a scoiattoli, ma con il corpo più allungato, si insediano sotto il tetto della casa estiva. Queste graziose bestiole con occhietti tondi, vispi e neri, nelle ore notturne fanno bisbocce, feste e giochi acrobatici infastidendo il vicinato (noi).
Di cognome fanno Ghiri.
Chiamano amici a go go, e non controllano la loro prolifica prole molto rumorosa.
Al piano di sopra (sotto tetto), durante il giorno c'è un delizioso silenzio, ma la notte i vicini di casa, sono super attivi e si divertono a fare buchi e a giocare a palla con i sassi staccati dai muri della nostra vecchia casa. Tutti gli anni mio marito deve salire da loro e aggiustare i danni. Noi abbiamo provato in mille modi a farli ragionare, chiedendo di essere più rispettosi durante le ore notturne, ma non sembrano intenzionati ad adeguarsi alle buone maniere. Chi avrebbe mai pensato che anche qui, sperduti nel cuore dell'Appennino modenese avremmo incontrato la Movida?!!!
Spazientiti gli uomini di casa (mio marito e mio genero) hanno deciso di ostacolare il loro rientro in casa. Con strani attrezzi dal manico lunghissimo, hanno tagliato e segato i rami dell'albero più vicini al tetto, convinti di togliere loro l'accesso al cibo (ghiande e non so cosa d'altro) con cui banchettano durante i loro festini. Soddisfatti, gli uomini, aspettano il crepuscolo sicuri della loro vittoria. Noi donne di casa (io e le mie due figlie) siamo un po' dubbiose.
"E quel ramo?" dico io che passo sempre per la guasta feste,
"Quello?!!! E' alto, loro saltano verso il basso." è la risposta spazientita.


Finita la cena ci intratteniamo a tavola a parlare, quando mio nipote di 4 anni arriva correndo
"Nonno, nonno sono sul filo, sono sul filo!"
"Che filo?" dicono i due fusti, che si precipitano fuori. Dal lato opposto della casa, la famiglia Ghiri si cimenta in spettacolari acrobazie da funamboli, sul filo del telefono che dalla casa passa vicino ad un'altra quercia.
Troppo forti!!!
Siamo tutti con il naso all'insù che ammiriamo le loro prodezze. Corrono velocissimi sul filo e saltano sull'albero con una agilità incredibile. Si chiamano, si rincorrono, accolti dalle fronde della quercia che dondolano al loro passaggio.
Che spettacolo!!!
Meglio che le "Cirque du Soleil".
Io che sono curiosa di natura, vado a vedere anche l'altro lato della casa dove sono stati tagliati i rami e ... in un mirabile salto acrobatico un giovane Ghiro si lancia e si appende al ramo alto che non è stato tagliato. Devo proporre al capo famiglia di allenare questo giovane al salto in alto per le prossime Olimpiadi ... Il giovane fugge fra i rami e con un richiamo avverte gli altri, che corrono a imitarlo. E' proprio una famiglia di atleti.
Sconsolati ci sediamo come ogni sera, sul dondolo e sugli sdrai e ammiriamo lo spettacolo.
Per ora hanno vinto loro.

Nessun commento:

Posta un commento