mercoledì 24 settembre 2014

La Birba prudente

Che giornata uggiosa .... ha smesso di piovere da poco e la nebbia invade la vallata ....


In casa non sappiamo più che fare .... Il gatto Cesarone dopo aver guardato un po' il pesciolino Ponyo e le sue evoluzioni nella vaschetta si è addormentato sul divano, anche la bisnonna "Uffa" sonnecchia sulla poltrona.
La nonna e il nipotino hanno già fatto una decina di partite a Uno (carte da gioco) e chi vince sempre? .... Ma quella Birba di un nipote ovvio!!! La nonna è stanca di perdere e vuole cambiare gioco.
"Disegniamo?"
"Nooo".... che non sia mai detto .... oggi le matite scottano .... La nonna speranzosa
"All'ora pitturiamo?"
"Noo guardo i cartoni animati"
"A quest'ora?! Ma è mattina, dai facciamo un puzzle"
"No cartoni"
"No a quest'ora no e poi no, vuoi avere gli occhi rettangolari come il televisore?"
"Sì!"
Come si può ribattere a un Sì così deciso?
Un raggio di luce esce dalle nuvole, la nebbia si dirada ....


Questo è il segnale magico che la nonna aspetta.
"Usciamo con gli stivali e andiamo a vedere quanta acqua c'è nel torrentello"
"Che torrentello?"
"Tu non lo sai ma in un punto sotto la nostra strada il nonno tanto tempo fa, prima che tu nascesti ha messo un grande tubo, ma grosso, grosso, credo che si chiami condotto. Per metterlo ha dovuto chiamare una ruspa per fare una grossa buca dove hanno messo il condotto"
"E io dov'ero?"
"Non eri ancora nato"
"No io c'ero, l'ho visto dal cielo, ero un'angioletto"
"Sicuro?!"
"Certo ero un'angioletto, ma il nonno doveva aspettare a chiamare la ruspa. Dovevo esserci anch'io."
"D'accordo, comunque hanno scavato questo buco e hanno messo un enorme tubo, poi l'hanno coperto e adesso l'acqua del torrentello passa sotto la strada dentro al condotto."
"Non è vero, non c'è il torrentello. Io guardo i cartoni."
"Sì che c'è, è secco quando non piove, ma oggi di acqua ne è venuta tanta, dai usciamo un po'."
La Birba non dice ne SI' ne NO, si alza dalla seggiola e se ne va.
La nonna prende l'insalata e comincia a pulirla per il pranzo ma la Birba arriva con gli stivali di gomma già ai piedi e quelli della nonna in mano.
Vabè!!! L'insalata può attendere.
La strada è molto bagnata e in salita, Birba precede la nonna saltellando, possibilmente dentro alle pozzanghere, e .... il colmo dei colmi lui che corre sempre dice:
"Nonna vai piano che scivoli."
"Vai piano tu."

Ma la raccomandazione non serve è già entrato dentro ad un'enorme pozzanghera con grande soddisfazione .... a questo i cartoni animati servono .... Peppa Ping e George insegnano .... ma forse l'avrebbe fatto lo stesso. La nonna sente l'acqua del torrentello.
"Ehi Birba ascolta .... senti il rumore?"
"Che cos'è?"
"E' l'acqua del torrentello"
La Birba ha ripreso a correre.
"Ehi ma non avevi detto che si può scivolare?"
"Dai nonna corri ...."
"NO che non corro sono una nonna."
Lui si ferma e dice: "Allora fa passi grandi."
"D'accordo, guarda questo è il passo da elefante." Lui però non è da meno.
"Guarda il passo da gigante." .... e passo dopo passo ecco il torrentello.


Cavolo!!! .... C'è proprio tanta acqua e scorre proprio veloce con saltelli e mulinelli. La Biraba si è già munita di bastone per toccare l'acqua .... non contento comincia a lanciare sassi ....
"Hai visto che esce dall'altra parte della strada?" Si sposta a guardare.


Il sole ormai splende, finalmente si tolgono le felpe


 .... i cartoni animati sono nel dimenticatoio .... così la Birba sentenzia "Andiamo a vedere i cavalli". Per questa mattina la nonna può stare tranquilla gli occhi del nipote non diventeranno rettangolari.
Insieme si incamminano verso il recinto dei cavalli della vicina, sono tre, uno bianco e ormai vecchio, ma per loro ancora bello e due marroni. La proprietaria dei cavalli Caterina che li vede arrivare li saluta da lontano, loro si avvicinano al recinto.
 "Dai Birba vieni a dare da mangiare ai cavalli" dice Caterina, lui la segue e la guarda prendere la biada che sistema dentro le mangiatoie nelle stalle ... i cavalli sono nel prato e ... Caterina chiama:
"Stellaaa, Stellaaa ... Vieni Stella" e ... meraviglia ... il cavallo bianco si gira e galoppa dentro la stalla.
Nonna e bimbo sono stupiti ... Caterina prende un po di biada e l'avvicina alla bocca di Stella che gradisce a mangia dalla sua mano, poi prende un po' di biada e la dà a Birba ... Birba la guarda dubbioso ... il nipotino coraggioso cacciatore di dinosauri tentenna ... anche alla nonna i denti del cavallo fanno un po' paura, ma tace e lascia che sia Caterina a condurre il gioco, sa che non farebbe mai una cosa pericolosa per Birba. Caterina prende in braccio Birba e lo aiuta ad allungare il braccio, ma il "Cacciatore di dinosauri" lascia andare subitola biada appena il muso di Stella è vicino.
Beh! ... La nonna nasconde un sospiro di sollievo mentre Stella mangia dalla mano di Caterina.
E' ora di tornare a casa, lungo la strada la nonna chiede:
"Ti è piaciuto dare da mangiare a Stella?'"
"No, ha i denti grandi."
Nonna non dice nulla ma deve ammettere che non ha tutti i torti ... che nipote prudente.


Nessun commento:

Posta un commento