sabato 19 dicembre 2015

Senza tregua

#senza tregua


SENZA TREGUA

Corro e mi arabatto,
inciampo e mi rialzo.
Non mi arrendo.
Supero marosi,
senza tregua mi barcameno,
sfruttando il vento
che mi sferza indulgente,
ma quando mi accarezza,
mi arrendo,
e sorrido alla vita.























12 commenti:

  1. Risposte
    1. Ciao Patty è molto semplice, semplice come sono io.
      Un bacio

      Elimina
  2. Molto belli questi versi.
    Saluti a presto.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie Cavaliere errante, onorata che ti sia piaciuta ^___^

      Elimina
  3. Molto bellina! Delicata e intensa.
    Un abbraccio ^_^

    RispondiElimina
  4. ecco quella brezza vorrei accarezzasse anche me ..già la sento che accarezza i capelli ....la sabbia trasportata punge lieve sulla pelle ... senti il crepitio del sole che ti scalda le ossa .... un toccasana per la cervicale eh .... vabbè fammi sapere quando ci vai ....tiro fuori secchiello e paletta .... mi hai catturata erano 30 anni che non andavo al mare ....buona domenica ... sei brava ... e mi piace come scrivi ...bacio

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ok ti avverto per il secchiello, io porto gli stampini ^___^

      Elimina
    2. Io ho un camion con cassone ribaltabile e il salvagente coccinella è stato il primo di mio figlio come facevo a buttarlo credo mi ci entri solo una coscia però. ...;)

      Elimina
    3. Il salvagente a coccinella lo voglio io, lo metto nel polso a mo di braccialetto e per cavigliera uso quello a coccodrillo di mio nipote ;)))

      Elimina
  5. E sorrido alla vita... splendidi versi!
    Un abbraccio e serene festività da Beatris

    RispondiElimina
  6. Grazie dolce Beatris di essere passata da qui.
    Buone e serene feste a te e famiglia ^__^

    RispondiElimina