mercoledì 7 giugno 2017

Storie di Gatti - Nuovi racconti a quattro zampe per Amatrice e Accumoli

#Storiedigatti#l'amorenoncrolla#solidarieta'

STORIE DI GATTI



L'immagine può contenere: gatto e sMS


Che emozione, il 3 giugno 2017 è finalmente uscito anche il cartaceo di Storie di gatti
Che ve ne pare? Già dalla copertina non viene voglia di acquistarlo?
Fate attenzione, dite di sì, il mio gattone Cesare vi controlla.
Un mio racconto è dentro a questo libro antologia, ma non so proprio perché ci sia finito. Gli altri racconti prendono e si fanno leggere in un battibaleno. Spaparanzata sul divano con il libro tra le mani, mi dicevo:"leggo questo poi vado a letto, ancora questo poi vado..." alla fine li ho letti tutti e 24. 
E' un libro di 124 pagine che si legge volentieri e velocemente. Orgogliosa di far parte di questo branco gattoso e solidale.
So che in internet sui nostri amici pelosi circola: tra video, vignette e foto,di tutto e di più,
ma in questi racconti c'è altro: in alcuni si avverte più la paura, in altri l'aiuto, in altri l'affetto e l'amore che commuove, in altri ancora il coraggio e in parecchi anche l'ironia.
Il passo felpato dei gatti è silenzioso, riservato e elegante anche quando si tratta di porgere una zampa a chi è in difficoltà.
Il libro lo si trova su amazon. 
Prenotate 
(QUI) 
Con questo semplice clic e relativo modico acquisto di 9,97 euro, farete parte del nostro branco, rafforzando il gruzzolo che la Croce Rossa Italiana utilizza per la zona terremotata del 24 agosto 2016, del centro Italia. 
Con il libro precedente Buck e il terremoto, sono stai raccolti poco più di 1500 euro per Accumoli e Amatrice, con Storie di gatti si continua la catena della solidarietà, e se proprio proprio vi scappa di comprarlo e dopo la lettura fate una piccola recensione su amazon, sappiate che Cesare il gatto ringrazia e vi ritiene cavalieri e dame dal Cuore D'oro.
Per ricostruire occorrono fondi e tempo, ne so qualcosa anch'io che non sono di quella zona, ma emiliana. Parecchi paesi vicino a me portano ancora le tracce del terremoto del 2012 e i lavori continuano. Se sono ancora in ristrutturazione alcuni centri dei paesi emiliani da 5 anni, immaginate là che ne è trascorso meno di 1 con un inverno rigido e difficile alle spalle.
Dicono che cani e gatti non vanno d'accordo, ma questi libri smentiscono il detto, cani e gatti si sono uniti per aiutare.
In questi libri ci sono storie che nonostante il tema traumatico e doloroso hanno un risvolto sempre di speranza. 
Pensate che questo progetto nasce da una spinta emotiva con spirito "fai da te" e senza casa editrice di un gruppo di tenaci. Io che non possiedo neppure una competenza (amo scrivere, ma da qui al saperlo fare è un'altro paio di maniche) ho avuto la fortuna di essere accetta tra loro per questa seconda edizione, con il racconto La casa sperduta.
Questo bellissimo branco, composto da animali e umani che non si arrende facilmente, ha avuto il coraggio di mettersi in gioco anche in un video senza pretese, con pochissimi mezzi pur di far avanzare il progetto. Sarò un po' scema, ma quando lo guardo e penso a cosa è riuscita a creare Silvia Algerino con quel poco che le abbiamo inviato mi commuovo. 
Coraggio gente ora fate il vostro dovere, qui vi chiedo davvero poco: guardate il video.
Più salgono le visualizzazioni, più vi iscrivete al canale e mettete il like, più fate pubblicità al progetto solidale, perché nella vita crollano le certezze, crollano i palazzi, crollano le montagne, ma l'amore non deve crollare mai, l'amore è la colonna portante delle nostre vite.  



Il branco di umani e animali ha anche un sito
se vole passare scoprirete chi siamo.

Indice dei racconti e degli autori di

STORIE DI GATTI

A MODO MIO
A OGNUNO LA SUA OPERA
DEDICATO A
SCARLETT
di Sandra Buttafava
GOLIA DAGLI OCCHI GIALLI
di Emma Frignani
A BILBO
di Maria Beatrice Venanzi
DUCHESSA E LA BANDA DI GATTI MAGICI
di Daniele Savi
POLPETTA
di Tiziana Balestro
OGGI SONO NERVOSO
di Paolo Forte
DOPO
di Daniele Imperi
UNA VITA DIVERSA
di Giulia Mancini
RANDAGIO MA NON TROPPO
di Corinna Campanella
TUTTO A POSTO, TRANNE LA CODA E I BAFFI
di Gloria Maria Magnolo
LA GATTA E IL MONACO RISORTO
di Anna D’Alessio
OLTRE IL PONTE
di Deborah Leonardi
EROE IN INCOGNITO
di Lucia Cabella
INA LO SA
di Licia Luisetto
MEMORIE DI UN GATTO D’ASTRONAVE
di Giuseppe de Micheli
DA NONNO A NIPOTE
di Anna Lelli Mami
IL GUARDIANO
di Marco Stabile
IL SUO GATTO È COME NESSUN GATTO
di Gaspare Burgio
SIMBA, UN GATTO CON UN NOME
di Barbara Businaro
MIAO
di Velma J. Starling
BIANÈ, MEGLIO INTERI
di Stefania Lai
LA CASA SPERDUTA
di Anna Maria Fabbri
DONNA MARIA LA GATTARA
di Silvia Algerino
FRANKIE
di Serena Bianca De Matteis 

Cesare il gatto ringrazia



e vi offre un breve anticipo
della storia che mi ha raccontato
e che io fedelmente ho trascritto.
Alla domanda se è storia vera,
mi ha risposto con un sornione:
"Ron ron".

La casa sperduta 
di Anna Maria Fabbri 

 La natura germogliava e colorava i prati, la vita brulicava industriosa dopo il letargo invernale. Carla, dall’orto, guardava quei due graziosi gattini tigrati che giocavano e si rincorrevano nel prato. Erano già diversi giorni che li osservava aggirarsi attorno a casa, ma non vedeva mai la loro mamma. Molto probabilmente era una gatta randagia e autoctona, che li aveva già abbandonati al loro destino.  Carla aveva cominciato a mettere una piccola ciotola con un po’ di latte nell’angolo della casa, che puntualmente ritrovava vuota. Amava la primavera, era la stagione che la riconciliava con il mondo, il suo spirito sindacalista si addolciva anche con quell’umanità bastarda che invecchiando comprendeva sempre meno. Da quando era in pensione lei e suo marito passavano più tempo in quella stretta vallata con la terra dura e sassosa, disturbata solo dal rumore dei trattori, lontani dalla vita frenetica della città.  Amava leggere, la cura dell’orto e le camminate in mezzo a quella natura che spingeva e sbocciava mai stanca di rinnovarsi. Un giorno, un miagolio disperato e forte le face interrompere la lettura. Incuriosita, stava per uscire, quando si scontrò sulla porta con suo marito, che si teneva stretto una mano tutta graffiata. − Che ti è successo? − Ho tentato di prendere in braccio uno dei due gattini ma mi ha morsicato e graffiato come una tigre furiosa. − Ma sono randagi, si sarà spaventato a morte.  − Ho capito, però oggi ce n’è solo uno e piange disperato!


4 commenti:

  1. Complimenti a Cesare e la sua padrona per averci donato un racconto che aiuta, un libro davvero che non può mancare nelle librerie di casa.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Nadia l'amore non crolla <3 <3 <3
      Il branco di felini silenziosi avanza per aiutare e consolare.

      Elimina
  2. Bellissimo libro Anna Maria!
    L'iniziativa è encomiabile.
    Come ho scritto a Serena non saprei quale racconto scegliere. Sono tutti bellissimi!
    Il 15 giugno uscirà la mia recensione su Myrtilla'shouse proprio di questo libro. Intanto leggerò anche Buck e il terremoto.

    Siete grandi!

    Un bacione a te e uno a tutto il gruppo!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Felice che ti sia piaciuto, è felice anche Cesare e tutti gli altri protagonisti di aver trovato una fans sfegatata.
      Grazie a nome di tutto il branco di quattro zampe e umani, compresa la curatrice del libro Serena Bianca De Matteis ;)

      Elimina